Nell'ambito delle proprie attività e nello spirito che ne ha sempre orientato l'azione, l'ISESP ha costituito nel 2015 la Scuola di cultura politica.
La Scuola organizza i propri corsi valendosi di un consiglio scientifico, del quale fanno parte professori universitari ed esponenti dell'ISESP, ed è retta da un direttore e da un coordinatore scientifico.
La Scuola è organizzata in stretta collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria e ha il patronicio della Regione Calabria, del Comune di Reggio Calabria, dell'Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria, dell'Ordine dei Dottori commercialisti di Reggio calabria, dall'Ordine dei Consulenti del lavoro di Reggio Calabria e dall'Ordine dei Giornalisti della Calabria.


Presentazione

 

L’attuale congiuntura storica e le istanze sociali che la caratterizzano, rendono necessaria e persino urgente una formazione nel senso della cultura della politica, non fine a se stessa ma come strumento di maturazione di una coscienza socio-politica determinata dalla volontà di partecipare attivamente al bene comune.
Tornare a parlare di cultura politica significa rivolgere l’attenzione verso il passato e contemporaneamente articolare nel presente e nel futuro gli esiti di una indagine multidisciplinare e compiuta. Ordine o disordine sociale vanno compresi e illuminati da un punto di vista che privilegia proprio la cultura, dunque la conoscenza ed il sapere, al fine di orientare le scelte e le azioni conseguentemente successive.
Quanti intendono impegnasi attivamente oggi, in ogni ambito ed a qualsiasi livello, non possono non avere una formazione e dei punti di riferimento che consentono un’azione più consapevole e utile al comune e diffuso interesse.
A tal fine, la Scuola di Cultura Politica intende fornire una competenza specifica su profili che vanno dalla storia del paese e delle istituzioni al diritto, dall’economia alla filosofia politica e sociale.
In un momento nel quale l’attività politica è diffusamente guardata con diffidenza e avvertita con sfiducia quanto alla capacità di risolvere realmente i problemi, con un conseguente allontanamento dalla partecipazione alla vita politica, appare importante avviare una riflessione sul nesso tra valori e sviluppo della società, tra politica ed azioni capaci di incidere positivamente sul territorio in modo adeguato ed efficiente.
Obiettivo della Scuola è allora non solo riscoprire l’antico senso dell’agere politico e la sua più alta dimensione, ma informare a questo i nuovi protagonisti della realtà di oggi e di domani, nella consapevolezza che non si può prescindere dal considerare la politica come cultura, legando così questa all’idea di progresso, sviluppo, migliore sostenibilità.
Il corso 2016-2017 si orienta, in particolare, ad una formazione di base ad ampio spettro che prevede approfondimenti sui temi che in questo momento meritano una maggiore attenzione come l’anticorruzione, le scelte economiche europee, la tutela dei diritti con riferimento ai diritti umani ed alle istanze dei migranti, la finanza degli enti locali e i rapporti tra istituzioni centrali e locali.




Consiglio scientifico

 

Prof. N. D’Ascola (Un. Mediterranea, direttore della Scuola), Prof. D.M. Cananzi (Un. Sapienza, coordinatore scientifico della Scuola), Prof. F. Costabile (Un. Mediterranea), Prof.ssa G. Cotta (Un. Sapienza), Prof. G. D’Amico (Un. Mediterranea), Prof. M. Ferrara (Un Mediterranea), Prof. A. Gorassini (Un. Mediterranea), Prof. F. Mercadante (Un. Sapienza), Prof. A. Papisca (Un. Padova, ISESP), Prof.ssa C. Salazar (Un. Mediterranea)


Iscrizioni a.a. 2016-2017

 

Per l'ammissione è necessario iscriversi mediante il relativo modulo da far pervenire alla segreteria della Scuola entro il 6 novembre 2016. Il direttore e il coordinatore scientifico potranno ammettere corsisti uditori. L'iscrizione come uditore è effettuata con riserva sulla disponibilità dei posti.
Al modulo di iscrizione completato in ogni sua parte dovranno essere allegati: 1) copia del documento di identità; 2) curriculum vitae; 3) autocertificazione dei titoli dichiarati; 4) copia pagamento del contributo.
Le lezioni si svolgeranno con cadenza settimanale esclusivamente nei giorni di venerdì e sabato per un monte ore complessivo di 80 ore.
Alla fine del corso, ai soli corsisti ordinari, sarà rilasciato un attestato a quanti abbiano seguito almeno l'80 per cento delle attività ed abbiano superato una prova finale consistente nella discussione di un elaborato scritto su tema concordato col direttore scientifico. Nell'attestato saranno indicati i crediti formativi riconosciuti dall'Università Mediterranea e dagli Ordini professionali che patrocinano la Scuola.
La frequenza della Scuola è compatibile con la partecipazione ad altri corsi di studio universitari e post-universitari.

Per l'a.a. 2016-2017, il contributo, da versare a titolo di partecipazione alle spese, è pari a 300,00 euro per i corsisti ordinari e a 150,00 euro per i corsiti uditori e comprende l'intero corso e i materiali didattici che saranno distribuiti.
Per gli studenti dell'Università Mediterranea il contributo è ridotto.
In base alla disponibilità, potranno essere assegnate borse di studio per gli iscritti ritenuti più meritevoli.



Corso 2016-2017


Calendario Primo modulo
Calendario Secondo modulo

- 5 novembre 2016 - Prolusione inaugurale
Prof. Cesare Imbriani (ordinario di economia politica - Università Sapienza), Regolamentazione dei mercati finanziari, il caso dell'anticorruzione e dell'autocorruzione


PRIMO MODULO
- 12 novembre 2016, ore 11,00: prof. Attilio Gorassini (ordinario di diritto privato - Università Mediterranea), Tra politica e socialità, il bene comune nel diritto

- 26 novembre 2016, ore 11,00: dott. Giuseppe Soluri (presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Calabria), Informazione, deontologia e politica

- 10 dicembre 2016, ore 11,00: prof.ssa Carmela Salazar (ordinario di diritto costituzionale - Università Mediterranea), La tutela dei diritti fondamentali nel costituzionalismo multilivello


SECONDO MODULO
- 28 gennaio 2017, ore 10,00: prof. Domenico Nicolò (ordinario di economia aziendale - Università Mediterranea), Sviluppo economico e creazione d'impresa

- 3 febbraio 2017, ore 15,00: prof.ssa Nicoletta Parisi (ordinario di diritto internazionale - Università di Catania, componente ANAC), Anticorruzione e politica

- 18 febbraio 2017, ore 11,00: prof. Andrea Monorchio (ordinario di contabilità di stato - Università di Siena), L'Italia e l'euro

- 24 febbraio 2017, ore 15,00: prof.ssa Marina Mancini (associato di diritto internazionale - Università Mediterranea), I valori europei e le temperie esistenziali

- 25 febbraio 2017, ore 11,00: prof. Antonio Marziale (garante dell'infanzia e dell'adolescenza della Calabria), Le ricadute sociali del bullismo

- 2 marzo 2017, ore 15,00: Pres. On. Fausto Bertinotti (direttore di Alternative per il socialismo),Morale e politica

- 3 marzo 2017, ore 15,00: On. Stefania Craxi (presidente della Fondazione Craxi),La notte di Sigonella. Sovranità nazionale e ruolo dell'Italia nel sistema internazionale

- 11 marzo 2017, ore 11,00: prof. Massimiliano Ferrara (ordinario di metodi matematici dell'economia - Università Mediterranea), Decisione e discussione





Per informazioni e iscrizioni rivolgersi alla segretria della Scuola: info@isesp.eu oppure segreteria@isesp.eu.

***
SCARICA QUI LA BROCHURE 2016-2017
SCARICA IL MODULO ISCRIZIONE 2016-2017


Informazioni sul Corso a.a. 2015/2016